ChatBot e i loro usi strategici

Indice Articolo

Centinaia di start-up e giganti della tecnologia hanno investito ingenti quantità di denaro in prodotti basati sull’intelligenza artificiale lo scorso anno. Parlando in particolare dei chatbot, ce ne sono stati alcuni che sono stati considerati qualcosa di più di una moda passeggera e c’è chi rassicura sul fatto che avranno una lunga vita in futuro.

I chatbot sono essenzialmente programmi per computer progettati per simulare conversazioni umane. Pur fornendo un partner virtuale, questi programmi creano una conversazione tramite metodi uditivi o testuali. I principali chatbot in uso oggi sono programmi basati su testo che le persone possono utilizzare su varie piattaforme di messaggistica come Facebook.

Avendo un potenziale incredibile per quanto riguarda lo spazio del servizio clienti, i chatbot si stanno evolvendo per essere utili alle aziende in rapporto con i propri clienti, non solo quando si tratta di fidelizzazione o soddisfazione, ma anche per l’acquisizione di nuovi clienti. 

Il “coinvolgimento personalizzato” andrà a vantaggio dei marchi e delle loro capacità di marketing in un modo che nessun’altra piattaforma è stata in grado di fare prima d’ora.

Il potenziale promettente dei chatbot viene sfruttato come mai prima d’ora. Giganti del business come Amazon e Apple possiedono alcuni dei più famosi chatbot presenti ossia Siri e Alexa. Qualcosa sulla falsariga di un vero maggiordomo digitale in tasca, la chatbot di Facebook è ancora sotto il radar ma se avrà successo sarà sicuramente il più intelligente del gruppo.

Oltre a poter offrire un’assistenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7, i chatbot possono contribuire a garantire che l’esperienza del servizio clienti sia coerente e adattabile, poiché i robot imparano da ogni query per fornire un supporto più rapido e personalizzato.

Tuttavia, non c’è nulla di più sconcertante di un chatbot che funziona male e non riesce a elaborare le vostre richieste. La chiave “per il successo” di un’azienda che vuole investire in questi software, è di automatizzare gli aspetti meccanici e di routine del suo normale flusso di lavoro con un bot.

Una delle caratteristiche più importanti e distintive, è che tantissimi Chatbot sono progettati con un sistema di machine learning integrato. Questo vuol dire che, grazie a questo importante sistema, sono in grado di migliorare la propria performance in modo direttamente proporzionale alla frequenza di utilizzo. Più vengono utilizzati dai clienti, più sono reattivi e migliori nel rispondere ai quesiti che gli si pongono.

Un esempio importante, soprattutto per le aziende, è la possibilità di avere un Customer Care Bot in grado di poter rispondere tempestivamente alle domande degli utenti online, a qualsiasi ora del giorno.

Un’altra tipologia di Chatbot sono i Content Bots, che in base ai quesiti che gli vengono posti, sono in grado di proporre come risposta degli articoli e delle informazioni che potrebbero interessare l’utente, in modo da suscitare in lui interesse come dei veri e propri agenti pubblicitari.

Se lo scopo della nostra azienda è invece quello della vendita online, è sicuramente utile l’installazione di un bot per e-commerce. Questa tipologia infatti, coinvolge il consumatore e lo guida all’interno del catalogo online con prodotti simili o consigliabili in base alle sue esigenze. Grazie al caratteristico linguaggio friendly dei bot, la conversazione si trasformerà in un’esperienza di acquisto.

Infatti caratteristiche principali di questa tecnologia a cui deve senza dubbio il suo successo, è nella capacità di intrattenere un contatto con l’utente in maniera istantanea, semplice e personalizzata.

Inoltre questi robot mirano a migliorare le comunicazioni del team di supporto. I flussi di lavoro saranno semplificati e ottimizzati man mano che lo spazio della chat diventerà più produttivo e collaborativo. Mentre i bot gestiscono compiti più semplici, attività più complesse possono essere analizzate e integrate dagli esseri umani. Questo modello di comunicazione è scalabile, aprendo vie per ulteriori dialoghi bot-umani.

Per chi si sta già allarmando pensando ad un ipotetico futuro da film di fantascienza, vogliamo rassicurare sul fatto che i chatbot non hanno empatia e quindi non saranno mai in grado di sostituire completamente gli umani.

Quello che stiamo dicendo qui è che il futuro del supporto AI è rappresentato dagli agenti umani che lavorano in coordinamento con gli assistenti AI. L’aspetto tecnologico sarà messo al lavoro per ottenere informazioni e offrire opzioni e alternative pertinenti, mentre l’aspetto umano sarà utilizzato per comprendere il contesto delle conversazioni e rispondere di conseguenza.  

Il futuro dei robot è già qui.

è la tua occasione, inserisci il coupon in checkout per avere subito lo sconto del 10%

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

INNOPOP10

ATTENZIONE vedrai questo sconto 1 sola volta!

Cart
  • No products in the cart.