L’auto volante esiste ed è già una realtà!

Indice Articolo

Nirita-Bratislava in auto? Si, ma con un’automobile volante!

Un prototipo di Air Car ha completato un volo di 35 minuti tra gli aeroporti internazionali di Nitra e Bratislava, in Slovacchia.

L’auto-aereo ibrida, AirCar, è dotata di un motore BMW e funziona con un normale carburante a benzina.

Il suo creatore, il professore Stefan Klein, ha detto che può volare per circa 1.000 km ad un’altezza di 8.200 piedi e che finora ha accumulato 40 ore di volo.

Ci vogliono 2 minuti e 15 secondi per trasformarsi da auto in aereo.

Il design di questa auto volante risulta essere molto piacevole con le sue ali strette che si ripiegano lungo i lati della macchina.

È stato proprio il suo creatore, il Prof Klein, a guidare l’auto direttamente dalla pista fino in città e dove è stato accolto dai giornalisti invitati all’evento.

Klein ha descritto l’esperienza, come “normale” e “molto piacevole”.

Le caratteristiche dell’AirCar

In volo, il veicolo ha raggiunto una velocità di 170km/h e può trasportare due persone, con un limite di peso combinato di 200 kg (31 pietre).

Ma a differenza dei prototipi di drone-taxi, non può decollare e atterrare verticalmente e richiede una pista.

Nonstante l’attuale fase di sperimentazione, ci sono grandi aspettative per il nascente mercato delle auto volanti, che sono state a lungo annunciate nella cultura popolare come un punto di riferimento visionario del futuro.

Nel 2019, la società di consulenza Morgan Stanley ha previsto che il settore potrebbe valere 1,5 trilioni di dollari (£1tn) entro il 2040.

All’ International Automotive Summit tenutosi lo scorso martedì, l’amministratore delegato di Hyundai Motors Europe, Michael Cole, ha definito le delle auto volanti, una realtà  che fa già  “parte del nostro futuro”.

Parliamo di un mercato enorme:

La società che ha lavorato ad AirCar, Klein Vision, dice che il prototipo ha richiesto circa due anni di sviluppo ed è costato “meno di 2 milioni di euro” (1,7 milioni di sterline) di investimento.

Anton Zajac, un consulente e investitore di Klein Vision, ha detto che se l’azienda potesse attrarre anche una piccola percentuale delle vendite globali di compagnie aeree o taxi, avrebbe un enorme successo, infatti solo negli Stati Uniti ci sono circa 40.000 ordini di aerei.

I futuri competitor

Un numero crescente di aziende, infatti, sta esplorando il potenziale dei veicoli volanti nonostante gli ostacoli, tra cui la sicurezza e l’affidabilità. I veicoli volanti avrebbero bisogno di operare in uno spazio aereo affollato, vicino a piccoli droni e aerei tradizionali, e hanno anche bisogno di un quadro normativo, che potrebbe richiedere anni.

Uber (UBER) e Hyundai (HYMTF) hanno svelato i piani per un taxi volante elettrico al Consumer Electronics Show di Las Vegas dello scorso anno. Michael Cole, il CEO dell’unità europea di Hyundai, ha annunciato che la casa automobilistica sudcoreana sta lavorando “molto attivamente” sul programma.

A Febbraio, Volkswagen (VLKAF) ha comunicato che sta esaminando i veicoli volanti in Cina. Nel frattempo, Porsche, Daimler (DDAIF) e Toyota (TM) hanno tutti sostenuto startup in quella che è conosciuta come l’industria del decollo e atterraggio verticale elettrico (eVTOL).

Nell’agosto 2020, la società giapponese Sky Drive Inc. ha condotto la prima dimostrazione pubblica in Giappone di un veicolo volante. L’auto è decollata dal Toyota Test Field e ha girato per circa quattro minuti.

Non possiamo far altro che aspettare per scoprire tutti ciò che il mondo dell’innovazione ci riserverà!!

Anna Moschetta

Communication Trainee | Digital Innovation Days

  • No products in the cart.